Ciambella al profumo d’arancia

Ma quanto è buono il profumo di un dolce all’arancia appena sformato? Ricche di potassio e con proprietà antiossidanti, le arance sono un frutto che non deve mai mancare sulle nostre tavole, specialmente in inverno.  Federica ci propone una torta super light senza burro e zucchero, scopriamola insieme!

Ingredienti :

🌾100 gr di farina 1

🌾50gr farina d’avena

🌾50gr farina di mandorle

🍊1 arancia e 1/2

🍶130ml di acqua

🥜50ml olio di semi

🥚2 uova

🍯50gr di sciroppo d’acero zero

🥄Cannella q.b

🥄1 bustina di lievito

Preparazione:

Trita un arancia con un frullatore fino a ridurla quasi ad una purea, con l’altra metà ricava dei quadratini e tienili da parte.
Nel frattempo monta i tuorli con lo sciroppo d’acero, aggiungi l’acqua, l’olio e la purea di arancia; unisci le farine, il lievito e la cannella tutti setacciati.. Aggiungi anche i pezzettini di arancia.
Passa ora agli albumi: montali e uniscili al composto poco alla volta, mescolando dal basso verso l’alto.
A questo punto versa il composto nello stampo (io da ciambella) imburrato ed infarinato.
Cuoci in forno statico ben caldo a 180° per 50 minuti circa
Decora con un po di sciroppo d’acero, mandorle a lamelle, e fettine di arancia!!
Servi in tavola con il sorriso sulle labbra.

Foto e ricetta di Federica Locarno (Instagram: _beautyfoodchicca_)

Curiosità:

Le arance, frutto del Citrus sinensis, sono utili per il sistema immunitario, contengono pectina e sono antiossidanti contro i radicali liberi.

Ricchissime di vitamina C, le arance aumentano la resistenza del corpo umano contro i vari agenti chimici, fisici e ambientali, soprattutto d’inverno.

Aumentando le difese immunitarie contro virus e batteri, prevengono i disturbi cardiovascolari e svolgono un’azione antistress. Le arance rallentano forme degenerative tumorali, grazie alla forte azione antiossidante esercitata nei confronti dei radicali liberi.

Infine, assicurano un controllo attivo contro i radicali acidi, che non sono altro che sostanze chimiche tossiche prodotte da un’errata alimentazione.

Tenete presente poi che le arance conviene mangiarle a spicchi, perché metà della pectina di un’arancia si trova nell’albedo, la parte bianca e spugnosa che riveste internamente la scorza. Meglio quindi non essere troppo meticolosi nello sbucciarle, perché mangiando un po’ di pellicina bianca vi assicurerete la giusta dose di questa importante fibra.

Close

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur
adipiscing elit. Pellentesque vitae nunc ut
dolor sagittis euismod eget sit amet erat.
Mauris porta. Lorem ipsum dolor.

Working hours

Monday – Friday:
07:00 – 21:00

Saturday:
07:00 – 16:00

Sunday Closed

Our socials
About

8° Edizione

28 Aprile

URBAN EXPERIENCE | Gallarate